Documenti

          


 

 
 
       
 

Pubblichiamo, per gentile concessione della Camera di Commercio di Catania, le relazioni di S.E. dott. Gabriele Alicata, Presidente della Camera Arbitrale di Conciliazione della stessa Camera di Commercio, relative all'attività svolta dall'organismo nel triennio 2004-2007, periodo durante il quale ha ottenuto il notevole risultato di essere la seconda  Camera Arbitrale in Italia (su un totale di 103) ad essere iscritta nel Registro degli Organismi di Conciliazione ed accreditata per svolgere corsi di formazione per Conciliatori.
Un grande risultato a beneficio dei cittadini e delle aziende catanesi, che è frutto della grande esperienza e dell'impegno profuso dal dott. Alicata e dai componenti del Consiglio Arbitrale.

CAMERA ARBITRALE E DI CONCILIAZIONE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CATANIA

RELAZIONE FINALE DEL PRIMO TRIENNIO 30 GIUGNO 2004 – 30 GIUGNO 2007

Radici e cronologia degli atti per pervenire alla sua istituzione e costituzione e al suo assetto attuale.

Le radici, che stanno a testimoniare come la vocazione della Camera di Commercio di Catania a dotarsi di una Camera Arbitrale e di Conciliazione è risalente nel tempo, ci riportano indietro alla prima metà degli anni 1970/80, allorché sull’iniziativa della stessa Camera di Commercio, che ha sempre creduto nella bontà del progetto dell’istituzione di una Camera Arbitrale e di Conciliazione, e dell’A.C.A.S.O. (Associazione cultori dell’arbitrato della Sicilia orientale), con la delibera dell’Ente Camerale n. 350 del 29 dicembre 1975, veniva istituita la Camera Arbitrale, per la “conciliazione o la risoluzione di controversie”, la quale “dopo una fase di incerto avvio, si arenò completamente fino a cadere nell’oblio rimanendo del tutto inattiva”.
Un secondo tentativo di dar vita ad un “istituto conciliativo” fu fatto con la delibera giuntale n. 392 del 22 ottobre 1998 che approvava statuto e regolamento della Camera Arbitrale, che , tuttavia, “non trovava concreto sbocco, ritrovandosi ad essere praticamente inattuata”, anche dopo la delibera n. 116 del 22 marzo 2004, che, richiamandola con il n. 393, ne adeguava il regolamento a quello unico di conciliazione elaborato da Unioncamere nazionale.
Finchè, con la delibera n. 231 del 18 giugno 2004 la Giunta Camerale :
1. revocava il punto n. 2 del dispositivo della delibera n. 392/1998;
2. approvava lo statuto della Camera Arbitrale e di Conciliazione;
3. istituiva ”ex novo” la Camera Arbitrale e di Conciliazione nei termini indicati dallo statuto di cui al n. 2;
4. confermava la delibera 116 del 22.3.2004, che sancisce espressamente il Regolamento di Conciliazione adeguato a quello di Unioncamere;
5. autorizzava il Presidente a compiere tutti gli atti occorrenti per la costituzione e il funzionamento della Camera Arbitrale e di Conciliazione, dandogli mandato di individuare e di nominare i tre rappresentanti dell’Ente in seno al Consiglio Arbitrale
6. dava immediata esecutività al provvedimento....(segue)

 


10/9/2005

COSI' L'IMPRESA CATANESE CERCA NUOVE AREE

Luci e ombre nell'ultima radiografia del Banco di Sicilia sull'area etnea. Le nuove strategie dopo un 2004 di specializzazioni di nicchia e innovazioni...


 

 

       

20/7/2004

Università degli Studi del Sannio - Facoltà di Scienze Economiche e Aziendali
Corso di Laurea in Economia e Commercio

Tesi di laurea del dott.Sebastiano Sarcià  -voto 100/110

Geografia dell’innovazione: il caso Etna Valley
 

       

  "Un intervento FAD nelle PMI, l'esperienza dell'Etna Valley" 10/5/2004
Riceviamo e volentieri pubblichiamo la relazione presentata dalla dott.ssa Marina Perotta al Convegno "Didamatica 2004", svoltosi a Ferrara dal 10 al 12 maggio 2004, su un tema di grande attualità: la Formazione a Distanza (FAD). L'articolo illustra uno studio che ha avuto per oggetto le pmi dell'Etna Valley ed è anche uno spaccato della nostra realtà imprenditoriale.

 

12/4/2004
"Il Corriere delle Telecomunicazioni"
Inchiesta sull'Etna Valley

23/4/2004
"Il Sole 24 Ore" - suppl.
Dati economici di Catania

23/4/2004
"Il Sole 24 Ore" - suppl.
Via libera agli interporti

 

       

19/12/2003

Università Cattolica di Milano -  Facoltà di Scienze Politiche
Corso di laurea in Scienza della Comunicazione
Tesi di laurea di Federica Locatelli  -voto di 110 e lode

"Il marketing territoriale come politica di sviluppo dei distretti italiani:
il caso di Catania"
 


2003

Università degli Studi di Messina - Facoltà di Economia
Corso di laurea in Economia del Turismo e dell'Ambiente
Tesi di Laurea di Salvatore Rapisarda -voto 110 e lode

Il Turismo congressuale nella città di Catania