PRESENTATO A CATANIA
IL CONSORZIO "ETNA HITECH"




Lunedì  30 Gennaio si è svolta nella sede di Investiacatania - l'Agenzia di sviluppo del Comune di Catania- la conferenza di presentazione del Consorzio "ETNA HITECH", fondato nell'ottobre del 2005 e costituito oggi da 18 aziende.

A presentare alla città il Consorzio è stata la presidente,
Elita Schillaci, da sempre sostenitrice dell'importanza di realizzare un network delle aziende catanesi operanti nei settori più innovativi, non solo per condividere
competenze, know‑how e risorse, ma anche per elaborare una comune strategia competitiva che permetta di confrontarsi con successo con altre importanti realtà territoriali internazionali.
In apertura del suo intervento la Schillaci ha ringraziato Investiacatania  -presente la presidente, 
Stella Rao e i dirigenti Marcello MessinaElena Vecchio - per il grande lavoro svolto affinché il consorzio si realizzasse. Dal marketing territoriale che Investiacatania ha svolto in questi anni, e da primi progetti di collaborazione internazionale avviati, è emerso l'apprezzamento di cui godono le aziende dell'Etna Valley all'estero. L'idea di un consorzio che avrebbe potuto sviluppare ulteriormente le specificità del nostro territorio e dare ad esse maggiore risonanza, si è fatta quindi via via più pressante. Ecco perché la mission dichiarata di "Etna Hitech" è quella di "Trasformare la regione dell'Etna Valley in un'area tecnologica leader e di successo internazionale attraverso le sinergie create tra le aziende high tech locali". Una mission che -ha spiegato la Schillaci- sarà realizzata attraverso le seguenti obiettivi:

  • sostenere, promuovere e consolidare le aziende locali high-tech, partecipando allo sviluppo economico della regione e promuovendo il brand Etna Valley nel mondo;

  • incoraggiare l'internazionalizzazione delle aziende consorziate, favorendo investimenti reciproci, diversificazione dei prodotti e delocalizzazione;

  • interagire con il sistema universitario locale per formare risorse umane specializzate da inserire negli organici aziendali;

  • promuovere lo sviluppo di relazioni e partnership con altri distretti regionali, nazionali ed internazionali;

  • creare e promuovere un unico brand in grado di dare maggiore visibilità al gruppo dei consorziati in ambito internazionale.

Il comitato direttivo del consorzio è costituito, oltre che dalla Schillaci, dal vicepresidente Tuccio Albo, da Salvatore Albergo, Michele Boccaccio, Aldo Di Leo, Raffaella Mandarano, Giuseppe Sorbello, Emanuele Spampinato, Francesco Tornatore. Le aziende partecipanti sono organizzate in cluster:

  • Micro e Nanotecnologie, di cui fanno parte le società Chemitronic S..r.l, Essebi System S.r.l., Fluorosat S.r.l., Hitec 2000 S.r.l., Synapto S.r.l., Robotank S.r.l., Media Impianti S.p.a, Etna Valley Semi S.r.l

  • Information and Communication Technology, con Comunicando S.p.a, Mediatres S.n.c, Proteo S.p.a, Pyxis Open Solution S.r.l, Xenia Progetti S.r.l., Zetel S.r.l, Italcompany Group S.r.l, SV Service S.r.l.

  • Telecomunicazioni, con Antech S.p.a

  • Composites Production, con Ntet Group

     

Nell'intervento che è seguìto la presidente di Investiacatania, Stella Rao, ha espresso la sua soddisfazione per il risultato conseguito con la costituzione del consorzio che concretizza il lavoro fatto finora e fa guardare al futuro con fiducia.
Successivamente sono intervenuti  i rappresentanti di tutte le aziende consorziate che hanno spiegato brevemente qual'è il loro campo di attività.
La nascita del consorzio ha già avviato un circolo virtuoso e in poco tempo altre 7 società hanno chiesto di entrarne a far parte.
L'Etna Valley è pronta a decollare.
 

Salvo Vazzana