Etna Valley
Spett.li Società, cari amici,
vi segnaliamo le seguenti novità:


 
News  
   
 

IL DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ELETTRONICA DELL'UNIVERSITA' INCONTRA LE PMI SICILIANE

Il 7 aprile si terrà, presso il Dipartimento di Ingegneria Elettrica Elettronica e dei Sistemi dell’Università di Catania (DIEES), il secondo dei seminari tecnologico-settoriali dedicati all’incontro tra domanda e offerta d’innovazione per il sistema regionale. Il seminario intende illustrare alle PMI siciliane il patrimonio di competenze e attrezzature disponibile presso il DIEES, unendo alla presentazione delle tecnologie e delle attività svolte dai vari gruppi di ricerca una visita ai numerosi laboratori del dipartimento. L'evento è realizzato nell'ambito del progetto RESINT, promosso dalla Regione Siciliana.
Maggiori informazioni e iscrizione on line sono disponibili alla seguente pagina
(clicca qui)
 

 

NASCE NELL'ETNA VALLEY L'IDEA CHE RIVOLUZIONERA' INTERNET

"Sull’ultimo numero di Wired Italia è stato pubblicato un approfondito articolo sui giovani italiani (tutti sotto i 23 anni) che si sono messi in mostra per alcune qualità fuori dall’ordinario, che hanno dimostrato di avere qualcosa in più, di voler puntare all’eccellenza.
Tra questi ragazzi brillanti spicca la figura di Andrea Lo Pumo, il ventunenne catanese ideatore del progetto Netsukuku. La copertina del numero di febbraio 2010 del magazine è tutta per lui. Il matematico in erba si racconta a Gianluca Dettori (dPixel) in una lunga intervista che verte principalmente sul progetto che porta avanti da alcuni anni con l’aiuto della comunità internazionale di sviluppatori open source.
Netsukuku, infatti, è un protocollo aperto, basato su Linux e distribuito con licenza Gnu/Gpl (General Public License), che vuole rivoluzionare Internet come la conosciamo oggi.
Il progetto messo a punto da Lo Pumo, dopo alcuni anni di studi sul routing, viene definito in linguaggio tecnico “metaprotocollo”, ossia un sistema che, basandosi sulle teorie del caos e dei frattali, riesce a far funzionare ogni nodo della rete mantenendone la mappa in pochi kilobyte di memoria.
Netsukuku ambisce quindi a creare una sorta di web parallelo a banda larga attraverso una serie di reti wireless interconnesse – più o meno grandi – che, non necessitando di un collegamento ad Internet, riescono a fare a meno dei provider.
Una rete di questo tipo, inoltre, sarebbe totalmente libera e democratica, non potendo essere né controllata, né distrutta, poiché completamente decentralizzata, anonima e distribuita.
Sebbene sia ancora in fase di perfezionamento, il software di Neskuku è già disponibile per il download. Uno dei suoi principali vantaggi consiste nel poter essere eseguito anche su computer non particolarmente potenti, sui netbook, sugli access point e sui device mobili, perché utilizza una quantità minima di risorse e di memoria.... (continua - tratto dal sito del Working Capital di Telecom Italia)

 

 


 

Lavoro

Sono sempre molto interessanti i CURRICULUM che vengono pubblicati  nella specifica sezione ed è per questo che invitiamo le aziende a farne tesoro.