News dall'Etna Valley  

I nostri articoli e i titoli degli articoli  che trovate nella rassegna stampa

 
27/10/2014
ORANGEDOTNET ORGANIZZA IL MOBILE CAMP 2014
 
 

Avete una grande idea per una mobile App?
Possiamo aiutarvi a trasformarla in un grande business

13-14 Novembre
Catania

 
   
     

 
11/08/2014
NELLA FABBRICA DEGLI ECO-ROBOT OSANNATI DALL'UE
 
 

Ebbene sì non ci sono più le "Tabelle H" di una volta. Anche se il Titanic-Sicilia affonda e c'è chi continua imperterrito con feste e balletti pagati con soldi pubblici, una stretta comunque s'è vista. E quindi, nella lista degli orfani dei contributi di mamma-Regione troviamo un po' di tutto. Compreso chi ha ottenuto un brevetto geniale, giovani siciliani "coccolati" dalla Commissione europea che se li porta a spasso dappertutto come esempio virtuoso di ricerca ambientale a livello comunitario, additandoli al mondo intero come "buona pratica" nel campo dell'innovazione. Ma vaglielo a spiegare, ai pretenziosi funzionari di Bruxelles, che qui - a Misterbianco, in una specie di scantinato delle meraviglie - vive, o meglio sopravvive, un gruppo di cervelli che non sono in fuga. Galleggiano, annaspando da un lato con il libro dei conti che non tornano e rinvigorendo dall'altro per i tanti riconoscimenti internazionali.
Bene, bravi, bis. Ma con le pacche sulle spalle non si può andare avanti. E quelli dell'Irssat adesso sono a un bivio. Sanno di avere in mano il progetto vincente, ne hanno altri ancor più ambiziosi. Ma se da Palermo non arrivano segnali (concreti) a breve, sarà  l'inizio della fine...

 
   
     

La Sicilia

 
20/07/2014
3SUN, SHARP LASCIA LA JOINT VENTURE.STM AGO DELLA BILANCIA PER IL FUTURO
 
 

La notizia e' arrivata da fonti nazionali ed e' ancora, in termini di ricaduta occupazionale sul territorio, di lettura incerta. Quel che e' certo che qualcosa si agita sul cielo della 3SUN, lo stabilimento del "sole" per la produzione di fotovoltaico, inaugurato nel luglio del 2011, frutto della joint venture fra STMicroelectronics, Enel Green Power e Sharp, con sede nel "famigerato" M6 alla zona industriale...

 
   
     

La Sicilia

 
20/07/2014
SUCCESSO PIENO A BRUXELLES PER IL PROGETTO NO WASTE ALLA GREEN WEEK CONTATTI CON PARTNER INTERNAZIONALI
 
 

Bruxelles - Successo pieno per il progetto No Waste ospite alla Green Week, la piu' importante conferenza europea sulle politiche ambientali che si e' conclusa ieri sera.
L'iniziativa dell'Irssat (Istituto di ricerca, sviluppo e sperimentazione sull'ambiente ed il territorio) di Catania ha suscitato l'interesse di istituzioni e operatori economici internazionali, ricevendo anche gli elogi dei referenti dei programmi Life+ della Commissione Europea.
Il ciclo completo del sistema No Waste, presentato nei giorni scorsi ai giornalisti della stampa internazionale al Press Club della capitale belga, si concreta nell''utilizzo di uno speciale robot da cucina - recentemente brevettato dall'istituto catanese - che tritura e tratta i rifiuti organici generando, nelle singole abitazioni, pre-compost. La seconda fase del processo - per la quale l'Irssat ha sollecitato il coinvolgimento degli operatori mitteleuropei - prevede il ritiro del prodotto - ogni 10/15 giorni - per essere destinato alla produzione di biogas e compost...

 
   
     

 
18/04/2014
VERTENZA MICRON
 
 

I lavoratori hanno approvato con l'87% di si l'ipotesi di accordo siglata nei giorni scorsi sulla vertenza micron. Ne da' notizia la Fim Cisl, ricordando che con l'intesa sono stati scongiurati i 419 licenziamenti minacciati dall'azienda e sono stati ottenuti impegni per il consolidamento della presenza micron nel nostro Paese e per la tutela dell'occupazione; 85 posizioni di lavoro recuperate in micron, oltre a 40 opportunita' di trasferimento in sedi diverse in ambito nazionale, mentre 170 lavoratori verranno riassorbiti dalla ST Microelectronics, da cui provengono i lavoratori e le attivita' di ricerca nel campo delle memorie cedute nel 2007 a micron. La societa' esprime soddisfazione per l'approvazione dell'accordo sottoscritto il 9 aprile dall'azienda, dalle rappresentanze sindacali e dalle Istituzioni sul piano di ristrutturazione delle attività italiane, che permettera' all'azienda di riorganizzare la propria presenza in Italia al fine di continuare a valorizzare il contributo dei propri dipendenti in attivita' strategiche per la Societa'.

 
   
     

"La Sicilia" 16/4/2014

 
 
08/02/2014
A CATANIA I LAVORATORI DELLA MICRON RESISTONO AI LICENZIAMENTI
 
 

di Domenico Stimolo

La mattina del 6 febbraio un grande e combattivo corteo per diverse ore ha attraversato Catania, da parco Falcone a piazza Europa. In strada i lavoratori della Micron Technology, leader mondiale nella produzione di memorie, colpiti da 128 licenziamenti su 324 occupati. I licenziamenti totali decisi dalla multinazionale a livello nazionale sono 421, nelle fabbriche di Catania, Agrate, Vimercate, Napoli, Avezzano.
Al loro fianco durante il corteo parecchi cittadini solidali.
In gran parte i lavoratori della Micron, di età  media intorno ai 40 anni, e tra loro moltissimi i laureati, sono ex dipendenti della StMicroeletronics. Nel 2008 sono stati ceduti alla Numonyx. Nel 2010, la struttura produttiva è passata a Micron.
Ora, i licenziamenti. Ma i lavoratori resistono.

 
   
     

 
 
04/01/2014
MICROTECNOLOGIE E NUOVE FRONTIERE, CATANESE LO SCIENZIATO DELL ANNO
 
 

di Assia La Rosa

"Inventore dell'anno 2013": e' questa la medaglia che l'ingegnere catanese Gianluigi De Geronimo ha appeso al petto quest'anno. A decretarlo è stato il Battelle Memorial Institute, fondazione nata a Columbus (Ohio) con l'obiettivo d'implementare tecnologie innovative al servizio dello sviluppo compatibile, divenuta una delle principali organizzazioni al mondo per il sostegno alla ricerca. Questo cervello di casa nostra è infatti considerato oltreoceano uno dei più autorevoli scienziati operanti nel campo dell'elettronica digitale.

A Brookhaven dove vive attualmente con la moglie Marcella, manager al Krasnoff Quality Management Institute e i figli Federico di 13 anni, Francesca di 12 e Giovanni di 9 Gianluigi progetta circuiti integrati (Application specific integrated Circuits, Asic) per la ricerca scientifica, la sicurezza nazionale e la diagnostica medica.
La sua storia comincia parecchi anni fa, al Politecnico di Milano, dove una laurea e un dottorato di ricerca gli valgono un biglietto per Long Island (New York) presso il laboratorio nazionale di Brookhaven (Bnl), dove il prof. Emilio Gatti, esperto di rivelatori di radiazione, aveva già  consegnato il suo curriculum. Siamo nel 1997 e da lì in poi sarà un crescendo di sperimentazione, progettazione e innovazione. Una passione ereditata dal nonno Giuseppe Nicotra, che aveva fatto dell'ingegneria la sua ragione di vita, e dallo zio Luigi, medico con il pallino per la meccanica e l'elettronica.
Oggi, che è a capo di un gruppo di sviluppatori tra i più rinomati d'America, questo talento siciliano nel suo diario professionale ha già  scritto importanti pagine hi tech, come quella che racconta lo sviluppo di circuiti utilizzati da Gamma Proxyscan, che riesce a identificare il cancro alla prostata fin dagli stadi iniziali; o quell'altra che ha visto nel rivelatore X ad alta risoluzione "Maia", l'evoluzione per la mappatura degli elementi nei materiali, utilizzato perfino per verificare l'autenticità  del quadro "Old Main with a Beard" a firma di Rembrandt. Ha già  all'attivo tredici brevetti e i suoi circuiti verrano presto utilizzati in un upgrade del rivelatore di particelle Atlas presso il Large Hadron Collider, al Cern di Ginevra... (segue)

http://assialarosa.com/2014/01/03/microtecnologie-e-nuove-frontiere-lo-scienziato-dellanno-e-catanese/

 
   
     

 
05/11/2013
AVVIATO IL DISTRETTO DI ALTA TECNOLOGIA BIO-MEDICO SICILIA
 
 


Il PST Sicilia coordinerà  le attività  afferenti ai sei progetti di ricerca

A seguito dell'approvazione dell'Accordo di Programma Quadro "Distretti ad alta tecnologia, aggregazioni e laboratori pubblico privati per il rafforzamento del potenziale scientifico e tecnologico della Regione siciliana" - sottoscritto il 7 agosto 2012 tra il Ministero dell'Istruzione, dell'Università  e della Ricerca e la Regione Siciliana - ha preso avvio il Distretto di Alta Tecnologia "Bio-Medico Sicilia", che comprende trentuno soggetti fra cui: sette Grandi Imprese, undici PMI, tre Parchi tecnologici e consorzi, dieci Enti pubblici di ricerca regionale e di rilevanza nazionale (Università , CNR e INFN).
Nei giorni scorsi sono stati presentati i sei progetti esecutivi di ricerca e di formazione collegati del Distretto Bio-medico Sicilia che consentiranno un investimento pubblico- privato di 39 milioni di Euro.
Un risultato possibile grazie all'iniziativa dell'Assessorato Regionale della Salute, che ha sostenuto fortemente la creazione del Distretto Biomedico in Sicilia. Attraverso la comprensione di meccanismi molecolari che scatenano alcune malattie, l'individuazione di tecniche di diagnosi sensibili e di facile impiego, lo sviluppo di terapie mirate e meno invasive, di tecniche predittive e preventive, il Distretto mira a realizzare piattaforme tecnologiche, formulati e dispositivi biomedicali, con particolare riferimento alle aree terapeutiche di maggior impatto.
I sei ambiziosi progetti di ricerca riguarderanno: Piattaforme biotecnologiche avanzate per la salute dell'uomo;
Biobanking e Medicina Rigenerativa per terapie avanzate;
Sviluppo e ottimizzazione di dispositivi diagnostici;
Drug delivery - veicoli per un'innovazione sostenibile;
IGH - Ion Gantry for Hadrontherapy;
Telemedicina, Ambiente e Salute.
Il Parco Scientifico e Tecnologico della Sicilia, nella qualità  di capofila del Distretto tecnologico Bio-Medico Sicilia, coordinerà  le attività  afferenti ai sei progetti di ricerca proposti e ai corsi di master e di dottorato ad essi collegati, che saranno erogati dalle Università  statali siciliane.
Esperti di bioinformatica, elettronica, genetica molecolare, scienze dei materiali, biobanche, cellule staminali, nanoparticelle, telemedicina, affronteranno ricerche complesse i cui risultati consentiranno di far crescere conoscenze, prodotti, occupazione nel settore biomedicale, portando il paziente al centro del sistema, con vantaggi economici per la collettività  e del Servizio sanitario.
L'obiettivo finale è creare sviluppo diffuso e distribuito, crescita occupazionale, basata sulla cultura dell'innovazione, dell'imprenditorialità , della collaborazione in rete: il ruolo di driver del cambiamento è affidato alle grandi imprese e ai centri di ricerca che hanno maturato attitudine alla "open innovation", poggiando anche sulla capacità  e la voglia di crescere di tutte le imprese che partecipano.

Grazie all'azione sinergica di tutte le parti interessate, il Distretto auspica di potenziare la ricerca e il trasferimento di conoscenze e competenze, per sostenere l'innovazione e la crescita economica del settore e dare vita a nuove alleanze tese a promuovere strategie integrate per rendere il tessuto produttivo meridionale più competitivo.

 
   
     

I Press

 
16/10/2013
SASACCHETTI BIODEGRADABILI: PROGRESSI NELLA RICERCA DI POLIMERI OTTENUTI DA SCARTI E RIFIUTI
 
 

Svelati i segreti di due batteri produttori di polimeri biodegradabili, biosurfattanti e molecole antimicrobiche

CATANIA - Nuovo successo per il Parco Scientifico e Tecnologico (Pst) della Sicilia nel campo della produzione di prodotti biodegradabili da scarti e rifiuti. La ricerca nell'ambito del Progetto "Polybioplast", finanziato dal PON "Ricerca e Competitività" e avviato dal Pst da quasi un decennio, ha compiuto infatti importanti progressi per l'ottenimento di un film polimerico biodegradabile mediante conversione microbica di scarti della produzione del biodiesel. Il risultato consente di ottimizzare i processi, abbassare i costi di produzione ed ampliare i campi di applicazione, fra cui i sacchetti biodegradabili per la raccolta differenziata e il compostaggio diretto, le carte riciclabili per il packaging alimentare.
Nello specifico i ricercatori del Parco e dell'Università  di Catania allo scopo di verificare le basi genetiche che governano la sintesi di tali composti, creare dei mutanti over produttori e ottenere prodotti con le caratteristiche chimiche e tecnologiche desiderate hanno affrontato il problema alla base sequenziando il genoma di due batteri capaci di convertire oli alimentari esausti e sottoprodotti della produzione del biodiesel in polidrossialcanoati (PHA a media catena) e altri prodotti di interesse per la sostenibilità  ambientale.
Si tratta di due ceppi di Pseudomonas isolati per la prima volta da piante di pomodoro, che, seppur molto simili dal punto vista morfologico e filogenetico, presentano caratteristiche genotipiche e fenotipiche differenti.
I genomi, sequenziati con tecnologia Illumina GAIIx, sono stati sottoposti ad analisi bioinformatica con il contributo di laboratori partner del Pst quali il Dispa (Università  di Catania), International Centre for Genetic Engeneering and Biotechnology (Icgeb, Triste), University of West of England (Bristol, UK) School of Biological Sciences University of Reading (Reading, UK) e Department of Biology University of Massachusetts Dartmouth (Usa).

«Il risultato ottenuto - spiega il responsabile scientifico del progetto Polybioplast Antonino Catara - permette di chiarire alcuni meccanismi dei processi di conversione, sui quali poter intervenire per migliorare l'efficienza del sistema e per ottenere prodotti più performanti». Le informazioni ricavate consentiranno di ridurre i costi di produzione e di passare in tempi brevi alla produzione di teli funzionalizzati, grazie a una macchina in fase di realizzazione presso il partner AAT (Agroindustry Advanced Technologies Spa).
Biopolimeri, biosurfattanti e molecole con attività  antimicrobica e antibatterica, sono al vaglio sperimentale ad opera dei ricercatori del Pst.

 
   
     

I press

 
 
24/07/2013
LAVORO, STM INVESTIRA 270 MILIONI DI DOLLARI NELLO STABILIMENTO ETNEO
 
 

Nel corso di un incontro con le rsu di Catania e di Agrate Brianza, St Microelectronics ha annunciato che investira' 270 milioni di dollari per lo stabilimento siciliano e altri 270 per la fabbrica lombarda, per il triennio 2014-2016.
"Si tratterebbe di una buona notizia, che recepisce alcune delle richieste avanzate da lavoratori e sindacati, ma l'azienda non sembra intenzionata a dare applicazione all'accordo sul 21esimo turno firmato nel marzo del 2011 per il sito catanese, che prevede 150 nuove assunzioni", afferma il vice segretario provinciale dell'Ugl metalmeccanici di Catania, e Rsu di Stm Angelo Mazzeo...

 
   
     

Catania Today

 
08/04/2013
DA LIBRINO A E-GOVERNMENT UNA PIOGGIA DI MILIONI IN CITTA
 
 
 

"[...] Secondo quanto annunciato dall'amministrazione, infatti, stanno per arrivare in città  altri 24 milioni di euro di finanziamento statale e quasi altrettanti di investimenti privati, per occupare 120 ricercatori e tecnici dell' alta tecnologia. Grazie al progetto Prisma, di cui Catania è capofila, approvato e sottoscritto dal ministero dell'Università  e della Ricerca, infatti, la città  etnea procederà  alla stipula del contratto di programma che concretizza il primo pacchetto di tre progetti SmartCities presentati lo scorso anno dal sindaco Stancanelli.
Il progetto "Prisma" ha l'obiettivo di sviluppare una piattaforma "open"" per i servizi di e-goverment (amministrazione digitale), su cui realizzare le applicazioni per erogare via web e attraverso app i servizi della Pubblica Amministrazione.
"Si scrive una pagina importantissima per Catania che apre nuovi e concreti scenari di innovazione e cambiamento verso l'hi-tech e l'occupazione di giovani ricercatori e tecnici", ha evidenziato il sindaco Stancanelli. In dettaglio, a Catania verranno sperimentati servizi e applicazioni in ambito socio-sanitario, di gestione della sicurezza sismica e del territorio. Il progetto Prisma prevede, tra l'altro, la qualificazione di 60 giovani laureati per lo sviluppo e la gestione di sistemi cloud "open source" per smart government. Con l'arrivo del primo dei tre maxi-finanziamenti il sindaco ha disposto che si costituisca una task force interna al Comune che supporti le compagini private e istituzionali con la finalità  di orientare la sperimentazione agli obiettivi strategici verso i reali bisogni dei cittadini.

 
   
     

Quotidiano di Sicilia

 
04/03/2013
ALLA ST RITIRATA LA CASSA INTEGRAZIONE
 
 

Ritorno al futuro per l'Etna VAlley. Come anticipato a Parigi, in occasione dell'annuale report per illustrare i risultati 2012, la cassa integrazione nel sito catanese verrà  annullata nel mese di marzo. Una svolta positiva, finalmente, determinata dalle mutate condizioni di mercato. La conferma è stata data ieri ai dipendenti direttamente dal numero uno del colosso italofrancese della microelettronica, Carlo Bozotti, parlando ai dipendenti in videoconferenza...

La Sicilia 21/2/2013

 
   
     

La Sicilia

 
04/01/2013
3SUN, AVANTI TUTTA. L EUROPA STANZIA 24,5 MILIONI
 
 

Torna a volare il progetto 3Sun, la joint venture di Enel Green Power, Sharp e STMicroelectronics. La Commissione Europea ha approvato infatti un investimento di 24,5 milioni di euro a titolo dei fondi strutturali per un massiccio investimento sull'impianto, dove sono prodotte cellule e moduli fotovoltaici basati sulla cosiddetta tecnologia a strato sottile...
("La Sicilia 20/12/2012)

 
   
     

La Sicilia

 
03/01/2013
UNO SPORTELLO PER FINANZIARE I SOGNI DEI GIOVANI INVENTORI
 
 

Due giovani imprese hanno ottenuto un finanziamento di quasi 2 milioni di euro per sviluppare la propria attività : si tratta di "FLAZIO", un sistema per creare un sito web fai-da-te, e "AppsBuilder" per creare autonomamente le 'app'. Un successo che è il primo risultato concreto dello sportello "ImprendiCAtania" lanciato dai Giovani Imprenditori di COnfindustria Catania, diventato regionale con "ImprendiSicilia" e che si appresta a coinvolgere l'intero Paese...
("La Sicilia 9/11/2012)

 
   
     

La Sicilia

 
07/12/2012
CORDOGLIO DI ETNAVALLEY.COM PER SCOMPARSA DELL ING. CARLO MARINO
 
 

La redazione di "EtnaValley.com" si unisce al dolore della famiglia e dei dipendenti di ST Catania per l'improvvisa scomparsa dell'ing. Carlo Marino, persona stimatissima e guida dello stabilimento catanese in uno dei momenti più difficili dell'economia mondiale. Pur in questo contesto, però, egli ha voluto fortemente introdurre delle innovazioni non strettamente legate alla produzione - come la creazione del primo coro aziendale italiano - cosa che ne sottolinea la sensibilità  umana.
Sappiamo che conosceva EtnaValley.com e il nostro forum e questo ci ha fatto molto piacere.
A lui va il nostro pensiero e una preghiera.

 
   
     

 
 

[»]